Parola d'ordine: Responsabilità

Pubblicato in A Fondo Pedana - Rubrica il

         

Periodo veramente particolare, in cui l’emergenza COVID-19 sta coinvolgendo tutti i settori, compreso quello sportivo. Le nostre attività, come da disposizioni e decreti, sono sospese ormai dal 23 febbraio, misure restrittive ma necessarie visto l’evolversi del contagio definito adesso: pandemia.

Benché a tutti manchi la nostra quotidianità, formata da tante piccole cose e tante piccole passioni, il momento richiede lo sforzo della collettività al fine di contenere quanto più possibile l’espansione del virus. Oggi più che mai, siamo chiamati a rispettare oltre che noi stessi anche tutte quelle persone che, direttamente o indirettamente, condividono i nostri spazi e i territori nei quali viviamo.

Noi sportivi, forse senza rendercene conto, siamo abituati a rispettare non soltanto i nostri “avversari” (oggi il nostro prossimo), ma anche quell’insieme di precetti che regolamentano discipline sportive e conduzione dei rapporti interpersonali. È quindi in questo momento che lo sport, ancora una volta, risulta essere un importante catalizzatore attraverso il quale poter veicolare importanti messaggi, quali: prevenzione, sicurezza, pazienza, rispetto e sopratutto “responsabilità”.

Siamo sicuri che questo periodo passerà, ma siamo altrettanto certi che affinché possa concretizzarsi questo momento… avremo bisogno dell’aiuto e lo sforzo di tutti, nessuno escluso. Un conduzione di vita oculata, rispettosa e intelligente ci permetterà di restare quanto più possibile al sicuro e, allo stesso tempo, agevolerà il grandissimo lavoro svolto con estremo impegno da tutti quei professionisti e volontari che combattono ogni giorno in prima linea.

A loro il nostro più grande ringraziamento.

Teniamo duro, ce la faremo: a casa oggi per una vita completa domani!